Resoconti degli utenti

Efoy Comfort

Ci mandi il racconto della Sua esperienza – volentieri con Sue foto e della EFOY COMFORT!

Cosa apprezza particolarmente nella Sua EFOY COMFORT? Come utilizza esattamente la Sua cella a combustibile? Ci racconti di un Suo viaggio e di come l’EFOY COMFORT Le abbia facilitato l’esperienza.Tutte le storie che pubblicheremo, saranno premiate da un pacchetto sorpresa EFOY. Spedizione a sales@efoy.com

un camper

EFOY COMFORT per caricare le bici elettriche - Heinz Kröger

Nel corso di una tipica escursione in bicicletta (30 km su un percorso collinare), una bici elettrica assorbe circa 200 wattora dalla batteria. Per caricare di nuovo completamente le batterie di due biciclette (la normalità per chi viaggia in camper), la batteria di bordo deve mettere a disposizione un totale di circa 50 Ah di carica per questi due accumulatori.

Usando una comune batteria di bordo con una capacità nominale da 80 a 90 Ah, ma considerando che la reale capacità a disposizione ammonta a circa 50 /70 Ah a seconda dello stato di carica, è facile dedurre dopo aver caricato le batterie di due biciclette, quella di bordo sarà completamente scarica o quasi.

L'aggravante è che solitamente le batterie delle bici vengono caricate di sera o di notte, quindi non è possibile contare sul supporto aggiuntivo di un generatore a energia solare.

Naturalmente in questi casi una cella a combustibile è ideale per compensare la carenza di potenza della batteria di bordo. La EFOY COMFORT 80, la più piccola cella a combustibile, fornisce una carica di 80 Ah al giorno, con la quale è possibile caricare quotidianamente due batterie di bicicletta, anche quando si effettuano giri più lunghi in montagna.

In questi casi è necessario assicurarsi che, al più tardi all'inizio del processo di ricarica, la cella a combustibile venga avviata manualmente per evitare che la batteria di bordo si scarichi troppo. Prima di accendere l'inverter, la batteria di bordo dovrebbe inoltre essere in gran parte carica. Se possibile, bisognerebbe accendere la cella a combustibile in anticipo durante il giorno, così di ritorno dall'escursione in bicicletta si trova la batteria di bordo completamente carica e si può procedere immediatamente alla ricarica delle batterie delle bici.

Naturalmente è molto vantaggioso scegliere una cella a combustibile più grande (e anche una batteria di bordo più potente) per assicurarsi corrente sufficiente anche in caso di escursioni in bici più lunghe e consumi più elevati.

Se nel camper ci sono apparecchi che consumano più corrente, come ad es. un televisore satellitare o un frigorifero a compressore, in questo caso si consiglia di scegliere le celle a combustibile EFOY COMFORT 140 o COMFORT 210.

La Norvegia e la Scozia sono uno spasso con EFOY - Detlev Vogel

Per decenni siamo sempre stati assolutamente contrari al campeggio e abbiamo sempre effettuato con successo i nostri viaggi in auto. Nel corso della nostra ultima vacanza in auto ci siamo spinti fino alle isole Lofoten.
Qui siamo stati costretti a riconoscere che nella parte della Norvegia al di sopra del circolo polare le infrastrutture non presentano gli stessi standard a cui siamo abituati in Europa centrale. Ciò significa, ad esempio, che anche in una città come Narvik dove gli hotel sono già pochi, erano tutti al completo,prenotati da viaggiatori arrivati in bus. L'hotel successivo in una città nelle vicinanze era a circa 400 chilometri di distanza, vale a dire 6 ore di guida. La situazione ci ha quindi costretto a proseguire fino a un campeggio lontano 100 km, dove a sera inoltrata abbiamo potuto affittare un alloggio ancora disponibile.

Come si può evitare queste cattive esperienze una volta che si è stati contagiati dalla passione per la Norvegia?

Guardandoci in giro e confrontandoci con altri viaggiatori, abbiamo capito subito: la soluzione è avere il proprio letto con sé. Siamo stati quindi per così dire costretti a diventare camperisti e una volta tornati a casa siamo andati alla ricerca del "modello giusto". Piccolo, compatto ma con tutti i comfort - la scelta è ricaduta sul un furgone allestito Avant E del produttore tedesco La Strada. Dopo aver testato per breve tempo il nostro camper ideale a noleggio, il veicolo è stato configurato e ordinato.

Poiché come ingegnere elettrotecnico avevo già avuto più volte a che far professionalmente con la tecnologia delle celle a combustibile, sono stato molto soddisfatto nello scoprire che La Strada è partner della SFC e propone una cella a combustibile di serie sui veicoli. Una batteria di bordo, un pannello solare e una cella a combustibile dovrebbero essere sufficienti per affrontare in egual modo l'Europa del Nord e del Sud. Questa dotazione, usata singolarmente o in abbinamento, dovrebbe fornire autonomamente sufficiente energia per azionare il riscaldamento diesel, il frigorifero a compressore, ma anche il televisore e l'illuminazione. Nella pratica, dal mio punto di vista, questa combinazione si è rivelata eccellente. Non c'è stata nessuna situazione, nell'estremo nord della Norvegia, sulle isole Lofoten o da qualsiasi altra parte, in cui questa configurazione non abbia dato dei risultati assolutamente soddisfacenti.

Per motivi di salute, lo scorso anno siamo stati costretti a cambiare l'Avant E con un veicolo un po' più lungo (6,40 m) e con letti singoli. Dopo l'ottima esperienza con il primo mezzo, per me era fuori discussione che anche il nuovo veicolo fosse dotato di una cella a combustibile. Purtroppo lo scorso anno, la stagione delle vacanze per noi è stata molto breve, quindi il nostro unico viaggio ci ha condotti in Scozia. Anche qui abbiamo ritrovato molte similitudini rispetto a quanto detto per la Norvegia. Il nord della Scozia è caratterizzato da una bellezza selvatica, ricorda per certi versi la Norvegia (senza però eguagliarla), e anche qui fra le diverse località ci possono essere delle distanze considerevoli. Meglio quindi avere tutto con sé per evitare spiacevoli inconvenienti.

Sulla base di queste esperienze e con una cartuccia piena da 10 litri, quest'anno intraprenderemo il viaggio in direzione Capo Nord di nuovo equipaggiati al meglio.

Il nostro Avanti EB di La Strada ha la seguente configurazione elettrica:

  • cella a combustibile EFOY Comfort 140, pannello solare da 100 W, batteria integrata da 140 Ah.
  • Il consumo di corrente è dovuto in particolare il Truma Combi D da 6 kW (riscaldamento diesel), il frigorifero a compressore da 90 l e il PC che utilizziamo molto spesso.
  • In conclusione, sono pienamente convinto di una cosa:
    se dovessi mai acquistare un terzo veicolo, sicuramente sarebbe dotato ancora di una cella a combustibile EFOY.

    Esperienze dei nostri clienti con le batterie a combustibile EFOY

    In queste pagine diamo la parola ai nostri clienti. Qui raccontano le loro esperienze con le batterie a combustione EFOY, sia in patria che all'estero, in qualsiasi momento, in situazioni inconsuete e con tipi di impiego diversi. Ma leggete voi stessi!

    EFOY dal 2005

    Efoy Comfort

    Sono veramente felice di potervi aggiornare ed informare su quanto sia soddisfatto del mio EFOY.

    L’ho installato sul mio Motorhome Hymer BC544 acquistato nell’Ottobre del 2005.
    Avevo problemi di autonomia anche avendo installato un pannello solare e conoscendo la bont� dei Vs prodotti ma soprattutto dopo averli visti esposti alla fiera e sentito camperisti soddisfatti mi sono deciso ad installarlo.
    Sono veramente soddisfatto!!!

    1. E’ silenzio e non da alcun fastidio nemmeno durante la notte.
    2. E’ leggero e non mi ha portato via molto peso e spazio.
    3. Consuma molto poco ed è semplice da ricaricare/mantenere.
    Questa estate in Bretagna (Francia) è stato, come al solito utilissimo e preziosissimo.

    Vi mando in allegato alcune foto del viaggio e vi ringrazio.

    Gabriele Vanarelli

    EFOY come approvvigionamento energetico ideale per l’inverno

    Ho acquistato Efoy 1600 ad Aprile 2008 ed è installato su veicolo Hymer.
    Noi il camper lo usiamo tutto l'anno e facciamo spesso sosta libera, in modo particolare in inverno. La sera accendiamo per diverse ore la TV.
    Ad oggi non abbiamo mai avuto problemi di ricarica delle batterie pur tenendo in funzione TV, pc, ricariche dei cellulari e sopra tutto non abbiamo mai avuto problemi con le ventole del riscaldamento o con le luci interne.
    Anche l'inverno scorso siamo stati 10 giorni di fila in sosta libera senza il minimo problema (i nostri amici hanno dovuto anticipare il rientro perché avevano le batterie scariche, quindi erano senza luce e sopratutto senza riscaldamento).
    La cella è silenziosa e anche quando si accende il rumore è a malapena percettibile all'interno del camper - i vicini non la sentono.
    Sul nostro mezzo non abbiamo fatto installare i pannelli solari perché, per esperienza, in inverno per avere una minima ricarica occorreva salire sul tetto del camper e pulire la superficie del pannello dalla brina, o dal ghiaccio, o dalla neve.
    A distanza di tempo possiamo affermare che è stato un buon acquisto in quando ci siamo tolti il problema ricarica batterie, problema che fino al
    2008 abbiamo sempre avuto sopra tutto quando si facevamo tragitti giornalieri brevi.
    Altra cosa che abbiamo particolarmente apprezzato e che speriamo che Voi manteniate è l'assistenza e l'informazione che date ai Vostri clienti.
    Saputo dell'aggiornamento Vi abbiamo chiesto se era il caso per noi di farlo, ci avete risposto, mandato l'apparecchio comprensivo della busta di ritorno gratuita. Il tutto in tempi rapidi.
    A Parma abbiamo visitato il Vs. stand ed i Vs. addetti sono stati molto cortesi e premurosi; ci hanno aiutato a risolvere un problema di collegamento imperfetto con l'Efoy che ci aveva fatto l'installatore della seconda batteria (a proposito un sincero saluto alla signora Orietta ed al suo collega).
    Cordiali saluti.
    Terreni Donatella e Campello Roberto

    Eccezzionale veramente!

    ECCEZZIONALE VERAMENTE !!!!!!
    Tantissimi giorni in sosta libera con riscaldatore a gasolio, tv satellite per ore e ore nelle lunghe giornate scure invernali, SENZA PAURA di rimanere al buio e al freddo.
    EFOY, grazie.

    sempre energia con efoy

    Efoy Comfort

    Spett. Efoy,

    Sono un orgoglioso vostro cliente da dicembre 2009 dell' Efoy 1600, da quando lo acquistato lascio l' Efoy sempre in stand bay, possiedo un McLouis Tandy 673 cc 3000 http://www.mclouis.com/ITA/Modelli/tandy673g.htm

    Apprezzo il vostro prodotto per la comodità della silenziosità, è di avere sempre le batterie cariche, uso anche il mio camper per far conoscere la mia Associazione Epac Onlus www.epac.it

    Mi capita molte volte nei raduni del mio Club http://www.camperclublagranda.it/ che altri camperisti mi chiedono come faccio a guardare la Tv e leggermi la posta senza preoccuparmi di ritrovarmi con le batterie scariche, allora segnalo il vostro prodotto è quando si attiva per fare il suo dovere li chiamo per farli notare la silenziosità.

    Colgo l' occasione per inviarvi Cordiali

    una barca

    Prima esperienza con la EFOY: massima serenità sull'attrezzatura durante la regata - Jac Sandberg

    Recentemente abbiamo acquistato una EFOY COMFORT 140 tramite Huib Swets in Olanda e desidero condividere con voi la mia esperienza. Firmware 15.09, periodo di funzionamento 505 ore.
    In una sola battuta: la EFOY è come il telefono cellulare negli anni Novanta: non sapevamo di averne bisogno, ma una volta usato, non abbiamo più potuto farne a meno.

    Utilizzo
    Abbiamo utilizzato la EFOY per far funzionare uno yacht a vela Spirit da 30 metri, un Corby 30. Mentre sto scrivendo, sto gareggiando nella OSTAR 2013. La OSTAR è una regata per imbarcazioni a vela con un equipaggio formato da una sola persona, con partenza da Plymouth nel Regno Unito e arrivo a Newport, Rhode Island USA. La distanza da percorrere in navigazione è di circa 3500 miglia marine, la durata di 24 giorni. Potete immaginare quanto sia importante contare su un'alimentazione elettrica affidabile durante questa gara. Nel corso della competizione consumiamo circa da 3 a 4 ampere all'ora. A consumare di più sono il pilota automatico, i dispositivi AIS,VHF e RTE, il chartplotter, le luci di marcia, il riscaldatore Eberspacher e la ricarica degli apparecchi mobili come IPad, telecamera e telefono satellitare Iridium.

    Configurazione standard sostituita da una EFOY COMFORT 140
    Nella configurazione standard abbiamo 2 batterie AGM da 105 ampere, caricate dal motore a gasolio Yanmar. Per mantenere le batterie cariche, era necessario che il motore fosse in funzione almeno 3 ore al giorno, cosa che comportava diversi svantaggi. In primo luogo, far funzionare un motore solo per ricaricare non fa bene al motore stesso. In secondo luogo, nelle imbarcazioni a dislocamento leggero l'ingresso dell'acqua di raffreddamento è collocato sopra la linea di galleggiamento, cosa che causa problemi di surriscaldamento. Infine il motore diesel è rumoroso e pesante. Lasciate che vi spieghi qualcosa di più sul peso, che è un fattore estremamente importante in un piccolo yacht a dislocamento leggero.

    Riduzione del peso
    In una gara di 25 giorni, il motore userebbe 25 x 3 litri di benzina, pari circa a 65 chili. Le due batterie pesano 32 kg ciascuna. Installando la EFOY, abbiamo sostituito una delle batterie con EFOY. Essa ha consumato meno di 25 litri di metanolo durante la regata. Il peso della EFOY è di 7 kg, mentre quello del metanolo è approssimativamente di 21 kg. Abbiamo inoltre risparmiato una batteria da 32 kg, con una conseguente riduzione complessiva del peso di 69 kg!

    Facilità d'uso
    L'unica cosa da fare è sostituire la cartuccia quando la EFOY lo richiede. Questo lavoro può essere fatto quando vi è più comodo, perché la batteria fa funzionare l'imbarcazione per un paio d'ore. Sostituire la cartuccia è semplice e non c'è il rischio di spandere metanolo, un vero vantaggio in un'imbarcazione sferzata dalle onde (paragonatelo a riempire il serbatoio del gasolio con delle taniche con il maltempo: carburante ovunque!). Va aggiunto che la EFOY produce acqua. Ho usato una piccola bottiglia di plastica per raccogliere l'acqua, da svuotare due volte al giorno. Con una bottiglia più grande sarebbe più semplice. L'ideale sarebbe avere un allarme che ricordi di svuotare la bottiglia perché è facile dimenticarsene. La EFOY è così silenziosa che ci si scorda di avere una cella a combustibile. In un porto molto silenzioso e senza vento, si riesce a sentirla solo se ci si presta particolare attenzione, ma durante la navigazione non si percepisce affatto.

    Affidabilità
    Il mio corpo ha seri problemi a tenere testa a questa imbarcazione quando ondeggia ed è sferzata dalle onde. Il vento ha raggiunto i 45 nodi, causando dei movimenti molto bruschi su questa barca da 2,5 tonnellate. La EFOY ha sempre funzionato senza problemi. Una delle cartucce ha avuto dei problemi in quanto il tubo di aspirazione del carburante è uscito dal coperchio della cartuccia. è stato possibile usare comunque quest'ultima, montandola al rovescio. Al momento non conosco sistemi con un'affidabilità più lunga.

    Dati sui consumi:
    Cartuccia 1: 4,5 giorni, 900 miglia di navigazione
    Cartuccia 2: 5 giorni, 850 miglia
    Cartuccia 3: 4,5 giorni, 700 miglia
    Cartuccia 4: 4,5 giorni, 600 miglia (quella usata al rovescio, non completamente vuota) Cartuccia 5: in uso adesso. Si prevede di coprire una distanza totale di circa 3500 miglia usando meno di 5 cartucce.

    Regata in solitaria da Playmouth (GB) a Newport (USA) – Thomas Jucker

    Efoy Comfort

    Caro Team EFOY,

    Lo scorso Maggio mi avete supportato con le vostre conoscenze tecniche riguardo all’acquisto e all’installazione della mia EFOY. Per questo vi devo ringraziare!

    Ho concluso la regata in solitaria da Playmouth (GB) a Newport (USA) al quinto posto su 24 imbarcazioni presenti alla partenza, un risultato che per me è rappresenta un successo.

    Questo viaggio è durato 42 giorni; 42 giorni in cui ha lavorato senza il minimp problema (non ho neanche dovuto rabboccare il liquido di servizio). E il lusso di poter avere sempre energia elettrica a sufficienza senza dover accendere il motore diesel, è semplicemente indescrivibile. La cella ha utilizzato 8,5 taniche M5 (che rappresentano 46,75 kWh). Alla regata hanno preso parte solamente imbarcazioni inferiori ai 30 piedi.

    La mia barca é lunga 8,5m; una barca un po’ datata ma ancora ottima, che in presenza di molto vento si inclina parecchio. Ho perciò costruito una base che ha mantenuto la cella a combustibile sempre dritta (vedi foto). L’EFOY ha “abitato” ai piedi di una cuccetta, dove anche in presenza di brutto tempo resta asciutto. Ho costruito inoltre un basamento in legno, che ha funzionato come base d’appoggio per la cella e la tanica.

    Ho letto sul libretto delle istruzioni, che la cella può sopportare per alcuni minuti un’inclinazione di 30 gradi. Visto che in questa regata si sarebbe navigato con molto vento contrario (quindi molto inclinati), non ho voluto correre il rischio e ho cercato di rendere la vita semplice alla mia EFOY. Quando la barca si inclinava – quasi sempre – ho potuto correggere la posizione dell’EFOY tramite due corde, montate ai lati.

    Alimentazione elettrica affidabile per missioni in alto mare senza equipaggio – Roland Stelzer

    Efoy Comfort

    Cinque anni fa abbiamo iniziato a sviluppare barche a vela robot. Questo tipo di imbarcazione potranno in futuro solcare i mari in maniera completamente autonoma e acquisire dati meteo, dare allarme in caso di Tsunami o effettuare missioni di ricerca e salvataggio.

    Per arrivare ad un secondo successo mondiale, abbiamo avuto parecchi problemi da risolvere. Il tema dell’energia elettrica si è presentato come particolarmente importante, per poter utilizzare la strumentazione elettronica. Su questo non abbiamo voluto lasciare niente al caso. L’EFOY è stata semplicissima da montare e perfetta per l’integrazione con il nostro sistema a pannelli solari. Il fotovoltaico e la cella a combustibile si completano a vicenda e hanno finora sempre assicurato l’energia sulle nostre barche.

    Dettagli sulla Roboat: www.roboat.at

    Outdoor

    Esperienze dei nostri clienti con le batterie a combustibile EFOY

    In queste pagine diamo la parola ai nostri clienti. Qui raccontano le loro esperienze con le batterie a combustione EFOY, sia in patria che all'estero, in qualsiasi momento, in situazioni inconsuete e impiegandole in usi diversi. Ma leggete voi stessi!

    Stampa

    Articolo Caravan E Camper 05/2013

    Articolo Caravan E Camper 03/2013

    Articolo Caravan E Camper 12/2012

    Efoy Comfort

    Durante un nostro "lung run test", durato più di un anno, la cella ha combustibile Efoy Comfort si è rivelata efficiente, generosa nelle prestazioni e facile da gestire. Ora poniamo und accento particolatore sulle caratteristiche del metanolo, utilizzato per generare i processi chimici che producono eletticità...
    Download Articolo Caravan E Camper 12/2012

    Articolo Caravan E Camper 07/2012

    Articolo Vita in Campe 07/2012

    Articolo Caravan E Camper 04/2012

    Articolo Caravan E Camper 03/2012

    Articolo PleinAir 07/2011

    Efoy Comfort

    Energia silenziosa Completamente rinnovata la gamma di generatori a celle di combustibile Efoy, che è stata razionalizzata (i modelli ora sono tre) e ha subito molte migliorie, prendendo il nome di Comfort...

    Download Articolo PleinAir 07/2011.

    Articolo Caraven E Camper 06/2011

    Efoy Comfort

    Con oltre 20.000 unità installate che hanno sommato più di otto milioni di ore di lavoro, il generatore Efoy (acronimo di Energy FOr You), si è affermato come una delle più importanti e apprezzate innovazioni introdotte negli ultimi anni nel settore dei veicoli ricreazionali.

    Download Articolo Caraven E Camper 06/2011.